martedì 24 febbraio 2015

Ispirazione retrò in bianco e verde

Stamani vi mostro gli scatti di uno shooting curato da Agnese sogna sempre dall'aria retrò e bon ton.

Il classico ed elegante bianco e verde ben si sposa con la location d'epoca scelta per questa ispirazione e si lascia completare da un vago accenno di giallo che lo scalda e lo illumina.

La tavola è classica e luminosa. Un gioco di grandezze per il centrotavola composto da una grande composizione centrale e altre più piccole che la circondano.

Le foto di Matrimoni all'italiana catturano un'atmosfera sognante ed ovattata.





































credits:
allestimento: Agnese sogna sempre
fotografia: Matrimoni all'italiana
location: Villa Ponti Greppi
grafica : Barbara Gangemi
abito: Rita Couture

lunedì 23 febbraio 2015

La bomboniera: idee per il packaging

Se di solito vi do qualche dritta sulla bomboniera, stamani ci concentriamo sul packaging.
Capita anche a voi di comperare cose solo perché contenute in scatoline bellissime? A me si spesso. Davanti ad un packaging studiato ed originale non resisto.
Ecco perché stamani vi propongo un'idea per rendere speciale il packaging di una bomboniera che può anche essere semplice e low cost ma che sicuramente desterà l'ammirazione degli ospiti.

Gli unici ingredienti sono scatoline di cartone e scampoli di stoffa.
Un semplice gioco di intrecci e fantasie delicate, questo è ciò che serve.






















































Io rifinirei gli orli in modo tale che l'ospite una volta scartato il regalo abbia un delizioso fazzoletto che potrà riutilizzare. Se poi ve la cavate a ricamare potreste usare stoffe a tinta unita e ricamare le vostre iniziali o "grazie" sulla stoffa stando attenti che il ricamo cada su un lato della scatolina.

Cosa potreste mettere dentro? Un bulbo e le istruzioni per farlo fiorire, un vasetto di marmellata o miele, una candela profumata, caramelle, cioccolatini, confetti o sale aromatizzato.

Il tutorial completo del progetto con le istruzioni lo trovate QUI.

Non rinunciate ad un piccolo cadeau per gli ospiti se pur piccolo.
Alla fine tutti, e dico tutti, vogliono la bomboniera!

venerdì 20 febbraio 2015

WeWed. Wedding planner a Roma.

WeWed è un'agenzia di wedding design e planning con sede a Roma.
La sua anima creativa è Giulia Bono, wedding planner con esperienza decennale il cui obbiettivo è concretizzare i sogni degli sposi con professionalità e affidabilità, facendo leva sull'esperienza e una grande passione.

Giulia, dopo aver organizzato  i matrimoni più chic di Bologna e dintorni, si è spostata a Roma e la sua clientela è diventata internazionale.
Molti stranieri sognano infatti di potersi sposare in Italia e senza una wp di fiducia il sogno potrebbe trasformarsi in un incubo.
Come districarsi tra burocrazia, logistica, scelta dei fornitori, prenotazione di alberghi, voli aerei e quant'altro?
Giulia fa questo: ti lascia godere della "parte divertente" del matrimonio e si occupa degli aspetti pratici. Ti accompagna nel percorso dei preparativi, ti suggerisce i migliori fornitori e costruisce un evento unico per gli sposi. Ci tiene che i suoi matrimoni siano tutti diversi,

Ho fatto qualche domanda a Giulia per conoscere meglio il suo lavoro ed ho estorto per le lettrici di le Frufrù qualche consiglio per le future spose.


Da quanto tempo fai la wedding planner? Come hai scelto questa professione?

Mi occupo di matrimoni da tantissimi anni. Ho deciso di diventare una wedding planner ancora al liceo, quando facevo la hostess per meravigliosi matrimoni in tutto il Veneto.
Nel tempo poi ho consolidato questa passione lavorando per una società di eventi bolognesi, fino al 2007, anno in cui  ho aperto la mia agenzia.






























Quali sono i servizi che offri alle coppie che si avvalgono del tuo aiuto?

Ho sempre pensato che il miglior servizio che potessi offrire fosse la "leggerezza".
Io mi occupo di tutta la parte più complicata di un matrimonio : pratiche burocratiche, ricerca dei documenti, transfer e viaggi per gli ospiti se non sono in Italia, prenotazioni alberghiere, selezione di catering e location, contrattualistica con i vari fornitori, seguire tutti gli allestimenti compreso il giorno del matrimonio. In questo modo gli sposi e la sposa soprattutto, sarà livera di godersi solo le parti più gradevoli: la scelta dei fiori, la selezione dei tessuti per le tovaglie, le prove con i diversi catering. Il giorno del sospirato "si! io rincorro il sacerdote, paggetti e fiorista mentre gli sposi possono fare le foto serenamente, mentre si preparano per festeggiare e godersi al meglio il loro giorno più bello.





 Perché una sposa dovrebbe scegliere di affidarsi ad una wedding planner?

I motivi sono fondamentalmente due.
Può essere una futura sposa molto impegnata che non riesce ad occuparsi dei preparativi. Nozze ben organizzate infatti possono richiedere almeno un anno di preparativi.
Oppure può trattarsi di una sposa che desira un evento unico, cucito come un abito su misura coi suoi sogni e le sue aspettative. Personalizzato nei minimo dettagli, organizzato con i migliori professionisti del settore, curato sotto ogni punto di vista, dalle musiche che accompagneranno la cerimonia e la festa, fino alla scelta del tableau e alle tante piccole o grandi idee che si possono sfoderare per sorprendere gli invitati.


















































Cosa contraddistingue il tuo stile?

La creatività.
Tengo molto al fatto che ogni matrimonio che curo risulti diverso da tutti gli altri per scelta di addobbi, partecipazioni e dettagli per gli ospiti. Questo comporta un grande lavoro di ricerca anche all'estero per essere sempre aggiornata e in grado di offrire tante soluzioni esclusive ma è anche la parte più appassionante del mio lavoro.


Raccontaci un aneddoto particolare accaduto durante uno dei matrimoni che hai organizzato.

Un giorno scriverò un libro su questi anni di matrimoni, perché per ognuno ho aneddoti unici.
L'avventura meno divertente è accaduta a Roma nel 2012, quando per un errore dei camerieri la torta nuziale è caduta a terra mentre allestivo il tavolo per il taglio.
Dopo un momento di vero panico, ho preso tutte le alzate che sono riuscita a trovare e abbiamo ricreato una variegata wedding cake con tutte le torte previste per il buffet dei dolci. Tanti fiori per decorare, candele e due sposi ironici che hanno saputo sdrammatizzare il momento.




Qualche consiglio per le future spose.
Quali sono, secondo te, le cose assolutamente da fare durante i preparativi ed il giorno del matrimonio?

Dopo oltre dieci anni di matrimoni posso stilare la mia personale lista degli errori da evitare assolutamente.
Partiamo subito con quella che pare la più innocua: raccontare a tutti le scelte che stiamo facendo.
In questo modo mamma, suocera ed amiche avranno sempre qualcosa da ridire creando nervosismo e inutili dubbi.
Evitare di usare un paio di scarpe nuove il giorno del matrimonio, dimenticarsi una camicia di ricambio per lo sposo, farsi truccare da un'amica anziché da una make up artist. Solo affidandosi a dei professionisti si ha la garanzia di un risultato perfetto.
Mai scordarsi l'animazione per i bimbi: un buon metodo per rendere inattive le piccole canaglie è infatti quello di prevedere spazi protetti tutti per loro.
Tra le cose da fare metto in primis quella di avere una persona di riferimento che coordini tutti i fornitori. Affidarsi ad una wp di fiducia che ci aiuta a districarci tra la miriade di professionisti coinvolti e di possibili scelte, che ci aiuti ad evitare inutili stress e che nel giorno del matrimonio si faccia carico di seguire tutto e tutti, coordinando i fornitori e risolvendo eventuali contrattempi lasciando agli sposi il solo compito di godersi la festa.
In ultimo bisogna sempre avere un piano B in caso di pioggia. Gli allestimenti pensati per un matrimonio in giardino devono essere replicabili anche all'interno della location senza sprechi o aggiustamenti dell'ultimo minuto.
Ultimo consiglio: affidate le fedi alla wp. E' la sola che non le perderà di sicuro.






















































Cosa rende un matrimonio un evento perfetto e ben riuscito?

L'entusiamo.
Entusiasmo di chi si sposa, di chi organizza, di chi lavora ai preparativi e agli allestimenti.
Il matrimonio è un giorno di gioia e per gli sposi deve essere solo questo.
Problemi, imprevisti e incombenze varie devono essere affrontati solo dagli addetti ai lavori che con passione ed esperienza risolveranno ogni cosa per rendere perfetto l'evento.


Potete seguire Giulia sul suo blog oppure su:
- facebook
-  pinterest
-  intagram

Andate a sbirciare sul suo sito le foto dei suoi meravigliosi matrimoni.


martedì 17 febbraio 2015

Il sacchetto fai da te ( di Ghirlanda di PopCorn)

Silvia-manine d'oro!
Ecco il progetto che ha voluto condividere con le lettrici di le Frufrù.
Un sacchettino perfetto per tante occasioni: per i confetti o per un regalo ad un'amica speciale.



Buongiorno ragazze!
Che bello essere tornata sul blog di Chiara.

Oggi voglio proporvi l'idea di un pacchetto regalo un po' diverso dal solito.
Qui su le Frufrù si parla spesso di matrimonio e ho pensato fosse carino darvi un'idea su come confezionare un piccolo pensierino per le vostre damigelle o amiche.
Ho pensato a cosa amo e a cosa mi sarebbe piaciuto ricevere o dare.

Volevo che la confezione stessa fosse un regalo, qualcosa che rimanesse nel tempo e che potesse essere aperta con delicatezza, senza essere rotta.
Ho quindi deciso di usare un sacchettino di stoffa.

Una volta aperto questo tipo di sacchetto può essere riutilizzato o conservato ( io ad esempio uso questi sacchetti negli armadi, li riempio di candele profumate e li aggancio ad un appendiabito. Profumano davvero a lungo!).

La seconda cosa che volevo era che fosse femminile.
Come non pensare subito a glitter e fiori?

foto 1

Se siete brave con il cucito potete ricamare sul sacchetto una parola speciale, come grazie, se invece siete come me e non sapete e volete impiegare troppo tempo potete acquistare un adesivo e attaccarlo al sacchetto.

Vi consiglio di provare con un po' di anticipo per assicurarvi che l'adesivo non si stacchi.

Ma veniamo al tutorial fotografico.
Vi serviranno:
- sacchetto di lino/stoffa
- nastro largo di stoffa
- nastro adesivo glitterato
- adesivo di ringraziamento
- forbici

Prima di tutto ho incollato il nastro adesivo glitterato sul sacchetto.
Ho incollato l'adesivo di ringraziamento al centro del sacchettino.
Ho riempito il sacchetto con il regalo ed ho chiuso il tutto con un cordoncino.
Ho fatto il doppio nodo sul retro per nascondere il cordoncino originale ( senza rimuoverlo per permettere al sacchetto di essere riutilizzato e conservato).
Infine ho preso un nastro a fiori coordinato e l'ho usato per abbellire il sacchetto.





































































Per non appesantire la confezione ho evitato di fare fiocchi ma ho tagliato il nastro a coda di rondine.
Un amore!















































A me piace moltissimo, è semplice, veloce ma anche femminile ed originale.
Tra l'altro, non so voi, ma io adoro ricevere regali nei sacchetti di stoffa, li uso e riuso continuamente ed è un piacere, quando possibile, evitare gli sprechi.

Fatemi sapere se anche a voi piace confezionare con la stoffa.
A prestissimo!



Grazie Silvia per questo delizioso progetto. Curiose ed impazienti di vedere il prossimo!
Silvia invece la trovate QUI nel suo Ghirlanda di PopCorn.

domenica 15 febbraio 2015

Perché amo Casa Facile

Casa Facile cerca delle blogger e allora mi sono detta: " Perché non provarci ?"

All'inizio è stata un'inseparabile alleata durante la progettazione della mia casetta ed ora la sua pagina pinterest resta una fonte di grande ispirazione giornaliera per me.

Respiro Casa Facile ogni giorno e mi piace per tanti motivi.

Primo fra tutti è che mi permette di ritagliare uno spazio solo mio , che per una mamma super impegnata, diciamocelo, è qualcosa di prezioso.



























1) Propone le case che piacciono a me. Quelle che assomigliano alle case di noi comuni mortali. Curate, ma senza pezzi di design costosissimi e inaccessibili.
Ti fornisce spunti carini per decorare, sistemare o dare nuovo smalto alle cose che si hanno.
















































2) Mi piace perché è attenta alle tendenze.
Pantone ha decretato che il colore 2015 sarà il Marsala?
Casa Facile te lo dice nel numero di gennaio così che ognuna di noi possa sentirsi più trendy e tempesti di marsala il suo 2015.
Impazza la tendenza origami, le stampe grafiche, le linee pulite?  Casa Facile ti fornisce una selezione di pezzi da introdurre nell'arredamento e un bel tutorial fotografico per creare un vaso/svuota tasche/coso bello, da mettere da qualche parte di casa tua per renderla à la page.









































3) Ultimo, ma non ultimo, mi piace per le idee fai da te che trovo nelle sue pagine.
Sempre divertenti e low budget, che non guasta mai.


















































Ecco perché mi piace Casa Facile: è un mix perfetto! Proprio come le cialde col tè.



























Cosa mi piacerebbe fare per Casa Facile e le sue lettrici? Proporre progetti originali per le occasioni speciali e per rendere speciale ogni giorno.
Related Posts with Thumbnails