lunedì 13 novembre 2017

Calendario dell'Avvento da stampare

Se vi dicessi che da settembre penso al calendario dell'avvento ci credereste?
Se aveste una figlia che tutto l'anno vi ripetesse quando lo ama, quanto manca a Natale, cosa combinerà Elf, forse pure voi ancora in tenuta da mare vi mettereste a pensarci come devo fare io.
Mi piace che ogni giorno ci sia una regalo o un'attività.
Quest'anno ho inserito molti libri, ma non mancano anche piccole cose da fare insieme, come decorare la casetta di pan di zenzero made in Ikea, fare i cookie con la nostra ricetta segreta, addobbare l'albero di Natale o andare a passeggiare sotto le luminarie in centro.

Tornando al progetto che vi propongo oggi di sicuro questo sarà il primo di una catena di Sant'Antonio di calendari dell'Avvento.

E come ogni anno, io continuo ossessivamente ad aspettare l'uscita del progetto di Zu.
Perché Zu è davvero un concentrato di romanticismo e buon gusto.
Ecco a voi il suo capolavoro per quest'anno: un villaggio con tanto di sfondo e banner.
E niente, io lo guardo e sono felice!














































Toni pastello, casette colorate, abeti.
Questo villaggio sembra uscito da un libro di illustrazioni.






























QUI potete scaricare gratuitamente l'intero progetto.

Ora la mia caccia al calendario dell'avvento é partita!
Per ora Zu è in cima alla lista! Stay tuned!

mercoledì 1 novembre 2017

La lista nozze: consigli per gli acquisti

Siete alle prese con la lista nozze e siete indecisi tra tutto ciò che potrebbe tornarvi utile? Oppure siete tra quelli favorevoli alle donazioni in contanti ma alle prese con quei parenti che "Voglio regalarti un oggetto che ti rimanga"?
Qualunque sia la categoria alla quale apparteniate mettetevi comodi e beccatevi qualche consiglio.

Punto primo:non pensiate di evitare la lista.
Anche se convivete, anche se preferite i soldi, anche se odiate la lista, il consiglio è di farne una. Trovate un negozio nel quale non ci sia l'obbligo dell'acquisto di tutti gli oggetti piuttosto e scegliete le cose che potrebbero farvi comodo anche nel caso aveste una casa propria. Suvvia, io ne trovo a iosa di oggetti che desidererei per la mia casa pur vivendoci da 10 anni.

























Secondo: scegliete oggetti in varie fasce di prezzo.
Da pochi euro a cose più preziose in modo da evitare il più possibile di ritrovarvi cose sgradite e contemporaneamente non mettere in difficoltà gli ospiti.

Terzo: fate si che sia pronta all'incirca sei mesi prima delle nozze in modo da dare la possibilità agli ospiti di fare il regalo con la dovuta calma e senza dover correre all'ultimo minuto.

Vediamo ora al nodo cruciale: cosa inserire?
Inutile farvi la lista canonica con l'immancabile servizio di piatti per dodici in fine porcellana, io mi voglio concentrare su prodotti innovativi e utili che anche io uso nella mia quotidianità e sento di consigliare.







Secondo me irrinunciabili ormai in ogni casa sono i robot da cucina hi tech.
Cogliete l'occasione per farvene regalare uno o più di uno proprio con la scusa del matrimonio.
I must have in cucina?
Una planetaria, un robot da cucina multifunzione e un estrattore di succhi come quello a marchio Philips che vanta il miglior rapporto qualità prezzo.
Che poi l'estrattore è un valido alleato anche prima del matrimonio sappiatelo sposine in ascolto.
La parola detox con un estrattore in casa avrà tutto un altro gusto. Tutto altra storia per far mangiare  le verdure crude ai bimbi, camuffate tra spremute di frutta profumata e dolcissima.





























Un ulteriore consiglio che mi sento di dare riguardo alla lista nozze?
Visti i tempi trovo geniale l'idea di una lista nozze on line per far in modo che anche gli amici o i parenti che vivono dall'altra parte del mondo abbiano la possibilità di fare un regalo fisico. Se volete un compromesso tra il negozio e lo store on line ricordate che grandi catene offrono entrambe queste possibilità.

Ora veniamo alle pillole di bon ton. Sono davvero piccoli accorgimenti che però fanno la differenza a mio parere.
Innanzitutto non si inserisce l'iban o il biglietto del negozio presso il quale si fa la lista nozze all'interno delle partecipazioni. Questo lo diamo per scontato vero?
Ogni invitato vi contatterà per chiedervi cosa desiderate e se non lo farà, statene certi, non vi regalerebbe quello che volete neanche se lo trovasse scritto a caratteri cubitali nelle partecipazioni stesse. Quindi, rispettiamo le buone maniere per primi!





















Consiglio anche di monitorare la lista periodicamente  in modo tale che se qualche ospite ha già provveduto ad acquistare un regalo potremmo ringraziarlo subito e depennare il regalo stesso dalla lista.
Vi renderete conto dell'andamento della stessa e potrete aggiungere anche oggetti in caso ce ne fosse bisogno. Come nel caso  andassero esauriti i regali più piccoli. Pensateci bene, in fin dei conti, meglio piccole cose gradite e scelte, che piccole cose prese a caso per rispettare il budget che un ospite può permettersi.












































Qual è il consiglio finale in sintesi?
Cercate il giusto compromesso tra utile, indispensabile e tanto desiderato.
Mediate dunque tra sogno e bisogno.


lunedì 30 ottobre 2017

Decorare le zucche per Halloween (ma non solo)

Il tempo è tiranno e per me questo periodo è stato davvero denso di eventi.
Non ho potuto prendermi cura del blog come avrei voluto ed eccomi quindi passare con disinvoltura dal finire dell'estate all'autunno pieno.
Perché qualcuno pensava di scamparsi il mio post a base di zucche?
No mi spiace, anche quest'anno ve lo sorbite.

Pronti?
L'idea, scusate se è poco, viene sempre da lei, nostra signora del fai da te e non solo, Martha Stewart, che ci fornisce un template comodissimo per realizzare una Jack o'lantern diversa.

Zucca presa? Ok!




































Si parte con il praticare un'apertura sulla parte superiore della zucca grande almeno quanto la mano in modo da poterla inserire all'interno per lavorare ed eliminare i semi e parte della polpa.

Ricalcate il template delle costellazioni.
Con la punta di una matita praticate un forellino per indicare la stella e tracciate le linee con un tratto leggero di coltello.
Se avete un trapano a punta fine usate quello per praticare i fori, altrimenti va bene un cacciavite usato con un po' di grazia.







































Se volete dare un tocco di colore alla zucca questo è il momento.




















































Orbene, fatto questo potete utilizzare un filo di luci a batterie da inserire all'interno (ad ogni foro corrisponde una lucina, praticamente un passatempo per buddisti), oppure una candela old style.












































foto via: katescreativespace


venerdì 27 ottobre 2017

Bombolibri: un'idea per una bomboniera originale

C'è chi le ama e chi le odia, sta di fatto che le bomboniere sono l'ultimo ricordo tangibile che l'invitato porterà a casa e che racchiuderà in sé l'essenza del vostro matrimonio o della cerimonia alla quale ha partecipato.
Pensate che siano superate? Non cadete in questo tranello, in Italia ogni invitato si aspetta di ricevere  la bomboniera.
A voi scegliere se seguire la tradizione con un oggetto dal gusto classico oppure andare alla ricerca di una bomboniera originale.

Per mio gusto propendo per la seconda ipotesi ed essendo un'accanita lettrice, l'idea di regalare un libro personalizzato in un'occasione importante la trovo perfetta.

























Elegante, romantico, senza tempo: il libro è questo.
Non solo è importante il testo, ma quando lo si regala bisogna prestare la giusta attenzione alla veste grafica. Ecco quindi che Bombolibri, marchio già famoso ed apprezzato nell'ambito delle bomboniere libro, lancia la sua nuova linea rinnovata nella grafica giocata su toni delicati e disegni evocativi.



























Il catalogo di Bombolibri  è vasto e spazia dalle poesie alle citazioni narrative, cinematografiche o spirituali. Il tutto è accompagnato da splendide riproduzioni di quadri,  scene di film o testi di canzoni che hanno come tema l'amore.

Tra i titoli a disposizione ad esempio ci sono  anche il Piccolo Principe nella versione integrale e con le illustrazioni originali di Antoine de Sanit-Exupéry e i favolosi albi di Beatrix Potter con le tavole acquerellate che l'hanno resa celebre.


























Sul sito si può consultare il sommario di ogni testo in modo da scegliere quello più adatto ai propri gusti e alla cerimonia ma non solo. E' infatti prestata massima attenzione alla personalizzazione.
Bombolibri permette infatti di scegliere tra quattro rilegature (cartonato con sovraccoperta, cartonato, brossurato o spillato) e di personalizzare la copertina con i nomi del festeggiato o degli sposi, scegliere i colori e completare con una dedica o una foto nella prima pagina interna.
Si può anche scegliere di farlo confezionare in una scatola completando il tutto con nastri e confetti.
La possibilità di mixare tutti questi elementi rende unico e prezioso ogni libro.































Anche stampare piccole tirature con Bombolibri è possibile e il tutto con carte di pregio e made in Italy con tanto di certificato di garanzia delle stesse.
Inoltre per gli sposi più esigenti che vogliono realizzare un progetto su misura, lo staff di Bombolibri è a disposizione per creare grafiche e contenuti personalizzati.

Se state cercando una bomboniera che sia in grado di dare emozioni e che sia unica e raffinata al tempo stesso scegliete un libro.

Seguite Bombolibri su Facebook per restare aggiornati sulle loro offerte e promozioni e ricordate che quando si regala un libro in realtà si fanno due regali: il libro,ovviamente, e  il tempo per leggerlo.

giovedì 24 agosto 2017

Centrotavola con i limoni

Dopo un lungo silenzio, motivato dal bisogno di prendere tempo per me stessa, eccomi tornare alla fine di questa rovente estate con un piccolo progetto fai da te veramente semplice e che a me piace tanto.
L'idea è quella di creare un centrotavola in modo veloce senza rinunciare all'effetto wow!

Limoni e crisantemi, si crisantemi. 
Non chiamatele margherite per allontanare il pensiero del fiore del 2 novembre dalla vostra mente.
Io combatto la mia personale battaglia di riabilitazione del crisantemo in tutte le sue versioni, fiore economico, forte, bello.

Quindi munitevi di limoni, crisantemi o piccoli fiori bianchi a vostra scelta.

Più lungo a dirsi che a farsi.
Create una base al limone in modo che possa stare in equilibrio tagliando una parte del frutto.


























Togliete anche la calotta e  create il vostro vasetto nel quale disporrete un fiore.






























Direttamente sul tavolo, su un vecchio tagliere, su un runner, su un'alzata, su centrini di carta, disponete i limoni creando una composizione armonica.




























via: Pinterest

Bello, estivo e luminoso l'effetto.
Poi limonata per tutti, ovvio!

A presto!
Related Posts with Thumbnails