venerdì 21 dicembre 2018

Centrotavola e segnaposto con le stelle di Natale

Ultimo capitolo della saga stella di Natale: centrotavola e segnaposto.

Se non sapete come allestire la tavola per la vigilia o Natale, avete in progetto una cena con amici e volete portare un tocco di colore puntando sul minimal ecco il progetto che fa per voi.

Vi dico qualcosa del progetto? Ve lo riassumo così: facile, facile, facile!
Un'idea davvero semplice per una tavola minimal e raffinata.

Poinsette grandi, vasi bianchi, tea light.
Semplicissimo!

Scaricate QUI i file per fiori e foglie e seguite il tutorial in questo vecchio post.

























Per ogni ospite si potrà pensare anche ad un segnaposto col proprio nome.
Io ho creato una foglia ritagliando un pezzo del progetto realizzato per le foglie delle poinsette, ma volendo potrete ritagliarlo anche con le forbici e con un pennarello scrivere il nome del commensale.




































Io ho mixato bianco e rosso perché è l'abbinamento classico per il Natale  ma stupendo e molto trendy l'abbinamento bianco e rosa con tocchi fucsia. Volendo però potete davvero sbizzarrirvi e usare il cartoncino d'oro o d'argento per i fiori.
Potete usare anche il feltro o pannolenci.

















































L'idea in più? Lasciar portare via ai commensali, magari alle signore, un vasetto col fiore come regalo.


giovedì 20 dicembre 2018

Corona con le stelle di Natale

Quando ho creato il file delle poinsette, o stelle di Natale che dir si voglia, ho cercato di mettere in cantiere qualcosa che si prestasse a più  impieghi.
Ecco quindi che oltre al decoro per i pacchetti regalo con gli stessi fiori ho realizzato una ghirlanda.















































Tutto ciò che serve è cartoncino da 120 gr, colla, forbici, il mio PDF e un pezzo di cartone per la base.
Facilissimo ed economico come piace a me.

QUI potete vedere come realizzare i fiori e trovare il link del file per scaricare i modelli.
Vi riassumo in breve il procedimento.
Dopo aver scaricato il file si ritagliano le varie sezioni del fiore e la foglia, si piegano, si incollano a strati e si crea il pistillo con una bacca o quello che si ha a disposizione. 






























Una volta realizzati i fiori passiamo alla ghirlanda.

Per crearla ho usato due piatti piani di diverse misure, ho disegnato le sagome e ritagliato i bordi.
Volendo rendere più stabile la base si possono incollare tra loro più strati di cerchi.
Lo base è pronta.




































Ora prendiamo i fiori e disponiamoli a nostro gusto sul cerchio.





































Io ho inserito fiori di tre dimensioni per movimentare un po' la composizione ma ovviamente si possono inserire anche fiori di un'unica dimensione e di un solo colore.

Una volta decisa la posizione li mettiamo a lato della ghirlanda per ricordarci dove incollarli successivamente.
Passiamo ad incollare i fiori uno ad uno, premendo al centro per fare aderire bene il tutto alla ghirlanda.

Alla fine ho aggiunto il nastro per appendere la ghirlanda fissandolo con nastro di carta.

 















































Nessuno vieta infine di essere super creativo e creare poisette fucsia, blu elettrico o viola. Scegliete i colori che meglio si accordano con le decorazioni di casa vostra.

Io e il mio schiaccianoci vi aspettiamo domani sempre con le stelle di Natale per darvi un'ultima idea su come usarle.

mercoledì 19 dicembre 2018

Stelle di Natale di carta

Le stelle di Natale sono il tormentone floreale delle feste e proprio per questo ho deciso di realizzarle con la carta.
Passo subito a mostrarvi il progetto che ho realizzato per voi con tanto di file gratuito che potrete usare per realizzarle molto semplicemente.

Ho voluto creare tre formati di queste stelle in modo che si adattassero a più progetti.
Grandi, medie e piccole, facili da mixare tra loro e da realizzare in diversi colori: bianche, rosa e rosse.
Ma lavorando con la carta nessuno vieta di spingerci oltre e osare con dei colori particolari.














































Passiamo ad elencare il materiale che servirà per il progetto:
- il mio free print (scaricatelo QUI)
- cartoncino colorato da 120 gr (bianco, rosso, rosa e verde)
- colla
- forbici
- decoro per il centro del fiore


















































Dopo aver scaricato il file ritagliamo i vari strati del fiore.











































Pieghiamo in due i petali in modo da ottenere un petalo tridimensionale.













































Ripetiamo l'operazione su tutti i petali e su tutti i livelli del fiore.

Adesso passiamo ad incollare.
Appiattiamo leggermente il primo strato del fiore esercitando una pressione con la mano, mettiamo poca colla al centro. Io ho usato la colla liquida ma molti utilizzano quella a caldo. Sovrapponiamo il secondo livello posizionandolo in modo tale che risulti sfalsato e non coincida con la parte sottostante.




































Ripetiamo l'operazione fino all'ultimo strato aiutandoci con una matita per esercitare la pressione sul centro del fiore e far aderire tutti gli strati.

Io ho trovato dei piccoli decori dorati che ben si prestavano a riprodurre il pistillo del fiore ma delle bacche di plastica di un vecchio decoro attaccati con la colla a caldo andranno benissimo.


























Una volta ottenuto il fiore andiamo ad attaccare la foglia.
Il procedimento di piegatura è identico a quello dei petali, infine passiamo ad incollare il fiore alla foglia esercitando una lieve pressione.




























Il nostro fiore è  pronto ed ora possiamo realizzare ciò che preferiamo.














































In questo caso li ho pensati come decori per i pacchetti regalo.
Spago e carta pacchi ed il più semplice dei pacchetti diventa uno scrigno dove custodire un dono prezioso.











































Invece della tag per scrivere il nome del destinatario del pacchetto ho usato una foglia.



























































Spero che il progetto vi sia piaciuto. Domani scoprirete altri due progetti realizzati con questi semplici fiori.

sabato 15 dicembre 2018

Salame di cioccolato in barattolo

Eccoci giunti alla fine dei regali culinari che ho preparato per le lettrici di le Frufrù.
Oggi ci cimenteremo con un dolce tradizionale di quelli che tutti amano : il salame di cioccolato.
Un dessert che piace a grandi e piccini,  un perfetto fine pasto a cui nessuno sa resistere e che si prepara in un battibaleno, la cosa più lunga è proprio preparare gli ingredienti.

Trovo che i regali in barattolo con ingredienti secchi siano davvero perfetti come cadesu.
Chi li riceve infatti può scegliere quando prepararli e non essere costretto a mangiarli nell'immediato, magari proprio durante le feste, quando si è letteralmente sommersi di dolciumi di ogni specie.

Ognuno ha la sua ricetta collaudata ma ho pensato di proporvi una versione  che non prevede l'impiego di uova per la realizzazione ma che risulta davvero golosa e ricca grazie alla presenza del cioccolato in scaglie e delle nocciole tostate.















































Per realizzare il salame in barattolo avremo bisogno di :
- 170 gr di Oro Saiwa (o biscotto similare)
- 150 gr di zucchero a velo
- 50 gr di cacao amaro
- 50 gr di cioccolato fondente tritato al coltello molto finemente
- 50 gr di nocciole tostate (o mandorle, o pistacchi o un magico mix dei tre)



























Aggiungeremo per amalgamare:
- 130 gr di burro fuso
- 3 cucchiai di latte
- 3 cucchiai di whisky o rum
- 2, 3 cucchiai di zucchero a velo per l'etichetta

Note:
-La quantità del liquido può variare a seconda del biscotto utilizzato o della grandezza del cucchiaio.
Il consiglio è quello di aggiungere i liquidi poco a poco e regolarsi in base alla consistenza dell'impasto.
-Ovviamente potete omettere il whisky in favore del latte ma il liquore gli dona veramente una marcia in più.
Per esteso, io lo preparo con il liquore anche se lo mangia mia figlia.
-La dose di zucchero a velo è giusta in virtù del biscotto scelto che di suo non è molto dolce.
Se usate dei biscotti più  dolci potete diminuire la dose di zucchero.
Ho scelto lo zucchero a velo per rendere il salame più scioglievole in bocca, come direbbe la pubblicità di un noto cioccolatino, ma se voleteusare il  tradizionale zucchero semolato si può fare.
-Se si usano i biscotti gluten free diventa un'ottima idea regalo anche per chi soffre di celiachia.
Idem se si usano biscotti vegan e si usa per realizzarlo burro e latte veg.

Passiamo ora alla realizzazione vera e propria del salame in barattolo.
Io ho usato una bottiglia da un litro ma un barattolo della stessa capienza sarà ugualmente perfetto.
Il consiglio è quello di scegliere un qualsiasi recipiente che abbia un collo abbastanza largo da poter introdurre ed estrarre gli ingredienti agevolmente.

Inseriamo i biscotti in una busta di plastica per alimenti e li tritiamo finemente ma non in modo uniforme servendoci di un mattarello.
Travasiamo i biscotti nel contenitore.

Versiamo lo zucchero a velo.
Procediamo con il cacao, poi il cioccolato sminuzzato con un coltello ed infine con le nocciole tostate.

Come tostare le nocciole? Le mettiamo in una teglia ricoperta di cartaforno in forno preriscaldato a 150 gr per 10'.
Questo rimane indubbiamente il modo migliore ma io che sono una pigra e che amo far accapponare la pelle ai puristi vi dico che le ho tostate in padella.
Padella calda, fuoco moderato (molto moderato) per 10 minuti.
La fiamma deve essere veramente delicata altrimenti rischiamo di bruciare tutto.
Una volta pronte le lasciamo raffreddare e le tagliamo molto grossolanamente al coltello, infine le mettiamo nel recipiente come ultimo ingrediente.

Ma siccome il salame non sarebbe tale se non fosse cosparso da una candida coltre di zucchero a velo ecco qua che ho pensato ad una tag speciale per accompagnarlo.
Una tag con una finestra che lascia intravedere il contenuto del barattolo, in questo caso dello zucchero a velo e che dietro riporta anche ingredienti e procedimento per realizzare la ricetta.
Potete scaricare il PDF per realizzarla gratuitamente QUI.















































Ecco il necessario per creare l'etichetta porta zucchero a velo:
- il mio free print ovviamente
- forbici
- un nastrino (filo di lana, spago)
- una spillatrice
- un pezzetto di spago
- una bustina trasparente
- una foratrice





























Dopo aver ritagliato l'etichetta e l'oblò, mettiamo due o tre cucchiai di zucchero a velo nel sacchettino trasparente e lo chiudiamo con lo spago.
Con la spillatrice andiamo a spillare il sacchetto alla parte retrostante della tag.




































Facciamo passare il filo intorno al sacchetto e, dopo aver praticato un foro nella parte frontale dalla tag, facciamo fuoriuscire il filo da lì.
Lasciamo il filo piuttosto lungo e annodiamolo al collo della bottiglia, infine facciamo un fiocchetto.
Fatto!

Io ho rivestito il tappo della bottiglia con della carta bianca semplicemente ritagliando un cerchio di carta più grande del diametro del tappo e ripiegando i lembi sotto il tappo stesso.
Volendo si può passare una mano di vernice spray oppure mettere un pezzetto di stoffa.
















































Spero che le idee che vi ho proposto per i regali fai da te vi siano piaciute.

Vi do appuntamento al prossimo progetto e vi auguro un buon week end.

venerdì 14 dicembre 2018

Crema di biscotti

Proseguo la carrellata dei regali fai da te con una vera leccornia, una cosa così buona che mio marito  non appena l'ha assaggiata ha esclamato: "E' stratosferica".
Si, giuro che lo è davvero.
Lo è se siete amanti del caramello, del dulce de leche, delle creme da spalmare libidinose.
Dovete provarla e perché no, regalarla!

Se volete provare qualcosina di un po' più di nicchia della solita marmellata, miele, cioccolata, con la crema di biscotti farete un figurone.

Io stessa ero scettica prima dell'assaggio ma al primo cucchiaino mi ha conquistata e ho già pensato di spanderla su libidinose cheesecake, di abbinarla a ganache al cioccolato, come ripieno di frolle, ma anche semplicemente spalmandola su una brioche. Anche se il cucchiaino di soppiatto resta veramente da urlo.

Un regalo gourmet per chi ha già assaggiato tutto o quasi.



























Per questa crema ho usato i biscoff della Lotus ma se li trovate gli speculoos sarebbero perfetti, sono infatti loro ciò da cui tutto nacque per spargere grasso e sensi di colpa grazie al pate de speculoos!

Ma veniamo alla lista della spesa per realizzare la ricetta:
- 150 gr di biscotti
- 100 gr di cioccolato bianco di buona qualità (io ho usato Novi)
- 100 gr di latte
- 60 gr di miele (io ho usato il millefiori)
- 30 gr di zucchero di canna
- 50 gr di olio di semi (girasole)
- un pizzico di sale

Il procedimento è di una facilità assoluta.
Si passano per 10 minuti i biscotti in forno a 150° poi si frullano fino a ridurli in polvere.
Si taglia al coltello piuttosto finemente il cioccolato bianco.
A questo punto uniamo nello stesso recipiente polvere di biscotto, sale e cioccolato bianco.
In un pentolino porto quasi ad ebollizione il latte poi aggiungo il miele e lo zucchero.
Unisco i liquidi al composto di biscotti e mescolo bene, infine aggiungo l'olio.
Quindi si passa ad invasare.

Con questa dose riempite due barattolini da 300 ml.
Io ho usato un barattolo da 500 ml e ne è avanzata quel tanto che bastava per allietare la colazione di due golosi.


























Io ho aggiunto un pomello al barattolo e se vi interessa il procedimento per farlo QUI trovate il tutorial.

 Ovviamente il barattolino risulta carino anche senza pomello, basterà colorare il tappo del barattolo con la vernice spray oppure usare una stoffa o un centrino per rivestirlo. 

















































Terminiamo con l'etichetta che potete scaricare gratuitamente QUI e portate nelle piazze la buona novella: è nata la crema di biscotto!


Related Posts with Thumbnails