venerdì 12 ottobre 2018

Creare una zucca da un collant o da una calza

Il collant color carne, meglio se nella sua forma di gambaletto, il cosiddetto autoreggente mignon, è universalmente riconosciuto come la cosa meno erogena in assoluto in commercio. Non riesco a replicare, effettivamente lo è e in tutte le sue sfumature e forme.
Però magari un pacchettino anonimo lasciatelo scivolare nel carrello mentre fate la spesa senza farvi notare che ci potete creare delle belle zucchette. Se il gambaletto si usa per un sano DIY allora il reato cade in prescrizione.













































Materiale necessario per il progetto:
- calze (color nude o bianche, ma sono ben accette calze colorate)
- forbici
- spago
- imbottitura.

Tagliamo gli estremi delle calze (pianta ed elastico superiore) lasciando circa 15 cm di tessuto.
Formare un nodo in basso.












































Riempire con l'imbottitura e chiudere un con altro nodo.














































Con dello spago formare un occhiello che stringerà il nodo superiore della zucca (il picciolo).
Continuando a girare il filo in modo da formare gli spicchi caratteristici.














































Con dello spray adesivo puoi irrigidire il tessuto intorno al nodo superiore per creare il picciolo.
Se non hai lo spray prova con la lacca.














































via: ohohdeco


Attorciglia un po' lo spago in modo da formare i caratteristici riccioli.

Finish!
Campagna di riabilitazione del gambaletto in corso.




giovedì 11 ottobre 2018

Come trasformare gli ortaggi in vasi

Ricominciare a scrivere sul blog dopo tanto tempo non è semplice.
Ho scritto e cancellato diverse introduzioni sperando di trovare l'ispirazione giusta che ovviamente ha deciso di eclissarsi ma nonostante ciò ho deciso di farlo lo stesso. Se aspettassi la cosa giusta, il post giusto, le foto più belle, le parole più ispirate, probabilmente resterei in stand by ancora per mesi. Ho deciso di ricominciare, semplicemente, con le cose che amo, senza troppi giri di parole, condividendo quello che mi ispira e che mi piace.
E quindi sia: zucche e autunno! Che come diceva la Miranda de Il diavolo veste Prada riferendosi al suggerimento di una redattrice per un servizio in primavera dove proponeva il floreale: "Avanguardia pura". E' si, proprio avanguardia e originalità. 
Insomma, niente famolo strano, oggi, mi accontento di un famolo carino.

L'idea è quella di creare una composizione di ortaggi che per l'occasione diventano vasi e candelabri.
Mixare forme e colori in modo armonioso è il segreto per un risultato impeccabile.

























Muniamoci di zucche di diverse dimensioni ma verificandone sempre la stabilità in modo da poterci lavorare comodamente e posizionarle in posizione verticale, cavoli, rape, radicchio e melograni. 
Via libera anche a mele, carciofi, peperoni e agrumi, sui quali, volendo, potremmo anche infilzare dei chiodi di garofano per rendere il tutto anche estremamente profumato. 

























Cosa serve?
Ecco la lista degli indispensabili e dei consigliati.
Indispensabili:  frutta, verdura, fiori, candele, coltello, cucchiaio.
Consigliati: uno scavino, oasi, pellicola da cucina, un centrotavola o un vassoio del materiale preferito che consenta di spostare la composizione facilmente senza dover rimuovere un ad uno i vasi. 

Il consiglio è quello di creare subito la composizione, di scegliere come posizionare il tutto.
Aiutandosi con un coltello piccolo e affilato, uno scavino o semplicemente un cucchiaio andremo a scavare la verdura creando un incavo così grande da permetterci l'inserimento di fiori oppure più piccolo se dovrà sostenere una candela.






































Mettiamo dell'oasi a bagno (e qui vale la regola di non immergerla a forza ma lasciare che assorba da sola l'acqua). Ritagliamo l'oasi e la rivestiamo di pellicola da cucina  prima di andarla a posizionare nell'incavo ricavato nella verdura. In questo modo avremo una riserva d'acqua per i fiori consentendogli di durare di più ma allo stesso tempo proteggeremo dall'umidità dell'oasi la verdura.


























via: brit 

Il progetto che vi ho mostrato è incentrato sui toni caldi ma nessuno vieta di renderlo più minimal ed elegante prediligendo, ad esempio, solo ortaggi bianchi e verdi, inserendo dei piccoli funghi, del muschio sulla base del centrotavola. Insomma il progetto si presta a tutte le varianti che la vostra fantasia è in grado di immaginare.

A presto. E stavolta è vero è! ;) 

mercoledì 9 maggio 2018

Inviti matrimonio e partecipazioni taglio laser, il modo raffinato per annunciare le proprie nozze

Ho sempre amato gli origami e la carta intagliata è per questo che per le mie nozze ho pensato a degli inviti matrimonio e partecipazioni particolari: quelle in laser cut! Il laser cut è una scelta abbastanza ambita negli ultimi tempi e proposta da diversi rivenditori di partecipazioni nozze. Qui di seguito un po’ di curiosità sull’argomento.

Gli inviti matrimonio e le partecipazioni sono generalmente una delle primissime cose a cui pensano i futuri sposi, queste andranno consegnate alcuni mesi prima del matrimonio e soprattutto sono il mezzo tramite cui si annuncerà il giorno tanto atteso.

La scelta delle partecipazioni di nozze è fondamentale per far comprendere ad amici e parenti lo stile che avrà l’evento. Di partecipazioni e di inviti matrimonio ce ne sono a bizzeffe, quello che conta è la personalizzazione, è quello che fa la differenza; dare sfogo alla fantasia è una delle parti più belle dell’organizzazione del matrimonio.

Per gli sposi che vogliono brillare per la loro originalità ci sono gli inviti realizzati con la tecnica del laser cut; si tratta di fogli incisi con il laser al fine di realizzare una partecipazione eccezionale e unica. Avvalendosi del taglio laser su carta, le possibilità di personalizzazione sono infinite e dettate solo dalla fantasia degli sposi, pertanto ad oggi questa tipologia è sicuramente tra quelle più scenografiche in assoluto tra le partecipazioni disponibili.

C’è sempre un motivo per scegliere il laser cut!







































Vista la particolare lavorazione che c'è dietro, ci si imbatte in prezzi non proprio economici, questo vede più adatta questa tipologia di partecipazioni, a matrimoni con pochi invitati ad esempio. Se ad ogni modo, la scelta ricade su questo tipo di partecipazioni, la presentazione sarà assolutamente quella di un matrimonio elegante e raffinato, ricco nei particolari e curato nei dettagli.

Il laser cut è una tecnica che permette la realizzazione di inviti e partecipazioni altamente versatili e personalizzate, dal taglio, al disegno al colore, a seconda dei gusti degli sposi o del tema scelto per il matrimonio.






































Partiamo dal colore: per le spose classiche e romantiche, il bianco o l'avorio sono i colori più richiesti.  Partecipazioni e inviti di matrimonio di questo colore sono tra i più eleganti, fini e delicati, possono aprirsi a mo’ di finestra per poi essere chiusi con un nastrino in raso o di un colore diverso per creare un contrasto.


Colori accesi invece per gusti eccentrici o per coordinare il tutto ad un matrimonio dal tema stravagante. Caratterizzati da dettagli lussuosi come scintillanti coperture d'oro, preziosi disegni in pizzo laser e  tecniche vintage tipografiche, tali dettagli tanto raffinati contraddistinguono le partecipazioni come creazioni artigianali. Questo tipo di lavorazione permette inoltre una personalizzazione anche dei particolari che compongono la partecipazione, ad esempio, al laccetto di chiusura può essere benissimo abbinato un ciondolino o un sigillo in legno.

Su Fashion Nozze, ne ho trovata proprio una di questo genere, una partecipazione a forma di ventaglio custodito in una elegante scatolina. La lavorazione del ricamo con intaglio laser, rende la partecipazione unica e originalissima.







































Completa personalizzazione del design degli inviti e delle partecipazioni quindi, il testo, i caratteri, i colori della carta e l’aggiunta di dettagli o finiture speciali. La tecnologia del taglio laser è tra le più elite del settore e offre tagli di precisione e nessun segno di bruciatura della carta per motivi chiari e nitidi.

Come detto finora, questo tipo di lavorazione permette un’alta personalizzazione, dal colore ai dettagli, ma anche alla forma! Come questa trovata sul portale Inviti Design, una partecipazione di matrimonio con esterno in carta marrone e decori a taglio laser; da un cordoncino in tinta che chiude la partecipazione cade un legnetto personalizzato, incluso nel modello, con incise le iniziali degli sposi.

Segui le novità di Inviti Design su facebook e sbircia sul loro shop on line dove trovi tante proposte.

lunedì 13 novembre 2017

Calendario dell'Avvento da stampare

Se vi dicessi che da settembre penso al calendario dell'avvento ci credereste?
Se aveste una figlia che tutto l'anno vi ripetesse quando lo ama, quanto manca a Natale, cosa combinerà Elf, forse pure voi ancora in tenuta da mare vi mettereste a pensarci come devo fare io.
Mi piace che ogni giorno ci sia una regalo o un'attività.
Quest'anno ho inserito molti libri, ma non mancano anche piccole cose da fare insieme, come decorare la casetta di pan di zenzero made in Ikea, fare i cookie con la nostra ricetta segreta, addobbare l'albero di Natale o andare a passeggiare sotto le luminarie in centro.

Tornando al progetto che vi propongo oggi di sicuro questo sarà il primo di una catena di Sant'Antonio di calendari dell'Avvento.

E come ogni anno, io continuo ossessivamente ad aspettare l'uscita del progetto di Zu.
Perché Zu è davvero un concentrato di romanticismo e buon gusto.
Ecco a voi il suo capolavoro per quest'anno: un villaggio con tanto di sfondo e banner.
E niente, io lo guardo e sono felice!














































Toni pastello, casette colorate, abeti.
Questo villaggio sembra uscito da un libro di illustrazioni.






























QUI potete scaricare gratuitamente l'intero progetto.

Ora la mia caccia al calendario dell'avvento é partita!
Per ora Zu è in cima alla lista! Stay tuned!

mercoledì 1 novembre 2017

La lista nozze: consigli per gli acquisti

Siete alle prese con la lista nozze e siete indecisi tra tutto ciò che potrebbe tornarvi utile? Oppure siete tra quelli favorevoli alle donazioni in contanti ma alle prese con quei parenti che "Voglio regalarti un oggetto che ti rimanga"?
Qualunque sia la categoria alla quale apparteniate mettetevi comodi e beccatevi qualche consiglio.

Punto primo:non pensiate di evitare la lista.
Anche se convivete, anche se preferite i soldi, anche se odiate la lista, il consiglio è di farne una. Trovate un negozio nel quale non ci sia l'obbligo dell'acquisto di tutti gli oggetti piuttosto e scegliete le cose che potrebbero farvi comodo anche nel caso aveste una casa propria. Suvvia, io ne trovo a iosa di oggetti che desidererei per la mia casa pur vivendoci da 10 anni.

























Secondo: scegliete oggetti in varie fasce di prezzo.
Da pochi euro a cose più preziose in modo da evitare il più possibile di ritrovarvi cose sgradite e contemporaneamente non mettere in difficoltà gli ospiti.

Terzo: fate si che sia pronta all'incirca sei mesi prima delle nozze in modo da dare la possibilità agli ospiti di fare il regalo con la dovuta calma e senza dover correre all'ultimo minuto.

Vediamo ora al nodo cruciale: cosa inserire?
Inutile farvi la lista canonica con l'immancabile servizio di piatti per dodici in fine porcellana, io mi voglio concentrare su prodotti innovativi e utili che anche io uso nella mia quotidianità e sento di consigliare.







Secondo me irrinunciabili ormai in ogni casa sono i robot da cucina hi tech.
Cogliete l'occasione per farvene regalare uno o più di uno proprio con la scusa del matrimonio.
I must have in cucina?
Una planetaria, un robot da cucina multifunzione e un estrattore di succhi come quello a marchio Philips che vanta il miglior rapporto qualità prezzo.
Che poi l'estrattore è un valido alleato anche prima del matrimonio sappiatelo sposine in ascolto.
La parola detox con un estrattore in casa avrà tutto un altro gusto. Tutto altra storia per far mangiare  le verdure crude ai bimbi, camuffate tra spremute di frutta profumata e dolcissima.





























Un ulteriore consiglio che mi sento di dare riguardo alla lista nozze?
Visti i tempi trovo geniale l'idea di una lista nozze on line per far in modo che anche gli amici o i parenti che vivono dall'altra parte del mondo abbiano la possibilità di fare un regalo fisico. Se volete un compromesso tra il negozio e lo store on line ricordate che grandi catene offrono entrambe queste possibilità.

Ora veniamo alle pillole di bon ton. Sono davvero piccoli accorgimenti che però fanno la differenza a mio parere.
Innanzitutto non si inserisce l'iban o il biglietto del negozio presso il quale si fa la lista nozze all'interno delle partecipazioni. Questo lo diamo per scontato vero?
Ogni invitato vi contatterà per chiedervi cosa desiderate e se non lo farà, statene certi, non vi regalerebbe quello che volete neanche se lo trovasse scritto a caratteri cubitali nelle partecipazioni stesse. Quindi, rispettiamo le buone maniere per primi!





















Consiglio anche di monitorare la lista periodicamente  in modo tale che se qualche ospite ha già provveduto ad acquistare un regalo potremmo ringraziarlo subito e depennare il regalo stesso dalla lista.
Vi renderete conto dell'andamento della stessa e potrete aggiungere anche oggetti in caso ce ne fosse bisogno. Come nel caso  andassero esauriti i regali più piccoli. Pensateci bene, in fin dei conti, meglio piccole cose gradite e scelte, che piccole cose prese a caso per rispettare il budget che un ospite può permettersi.












































Qual è il consiglio finale in sintesi?
Cercate il giusto compromesso tra utile, indispensabile e tanto desiderato.
Mediate dunque tra sogno e bisogno.


Related Posts with Thumbnails