venerdì 7 dicembre 2018

Ghirlanda con pettirosso e agrifoglio

Bene bene, finalmente vi presento uno dei progetti natalizi targati le Frufrù che ho in serbo per voi.

Come sapete, se mi seguite, adoro le cose semplici,economiche, facilmente riproducibili e la carta in tutte le sue varianti.
Ecco quindi che ho pensato di creare un decoro per la casa: qualcosa che rimandasse al Natale ovviamente, ma che si potesse tenere in vista anche per il periodo invernale.
La ghirlanda mi è sembrata un'ottima soluzione, sta appesa lì, non dà fastidio, non è a portata di animali e bambini, dona colore ad una parete un po' vuota o ad una porta sempre in vista.
In più essendo realizzata interamente di carta risulta leggerissima quindi niente buco per appenderla! Basta un po' di nastro di carta ed il gioco è fatto.







































Per questo progetto ho realizzato dei PDF che potete scaricare gratuitamente ma se avete manualità le foglie potete disegnarle voi stesse su cartoncino verde (io ho usato un cartoncino da 110 gr) e scaricare il pdf con l'uccellino.

Partiamo quindi con la lista del materiale necessario:
- un cartone
- due piatti piani (uno grande e uno piccolo)
- forbici
- colla
- una matita
- nastro adesivo
- un righello
- le stampe del pdf











































Orbene, tiriamoci su le maniche e partiamo!

Per prima cosa disegniamo con la matita la sagoma del piatto grande, poi quella del piatto piccolo.
Ritagliamo i bordi ed ecco pronta la base per la nostra corona.





































Passiamo a stampare le foglie.
Io ne ho inserite di due tipi per movimentare un po' l'effetto, ma se preferite potete utilizzare un solo modello.
Per la corona che vedete in foto ho utilizzato quattro A4 per realizzare le foglie.
Ho ritagliato le foglie ed è stato più veloce del previsto.









































Ho tagliato prima le file di foglie, poi le foglie singole,infine ho proceduto con il ritagliare i bordi di ognuna.
Per avere un bell'effetto 3D io ho piegato le foglie a metà in modo che non fossero piatte.
Per fare questo mi sono servita di un righello che ho posto in mezzo alla foglia e poi ho ripiegato i lembi. In men che non si dica, giuro, grazie a quel righello (purtroppo ho dimenticato di fotografare il passaggio), avevo piegato tutte le foglie. Le mille mila foglie!






























Quando mi sono trovata davanti alla corona vuota ho pensato:"Ecco, ora faccio un disastro e le incollo male! Non otterrò un effetto omogeneo e sprecherò un sacco di foglie".
Queste cose non si dicono, soprattutto se pubblichi sul blog un progetto fai da te, ma lo faccio per tranquillizzare chi pensa di essere negato.
E' veramente molto facile!
L'importante è procedere con due foglie alla volta.














































Si mette poca colla sulla parte finale della foglia (non su tutta la superficie, se no l'effetto risulterà più piatto del dovuto) e si procede ad attaccare le foglie inclinate verso l'alto,due a due. Io applicavo un po' di pressione per far aderire le foglie alla corona con la parte superiore di una matita.
Si continua tenendo conto dell'inclinazione e lasciando spazio tra una foglia e l'altra.
In mezzo alle foglie ne andremo ad applicare un'altra per camuffare il vuoto e l'attaccatura con la colla.

Se vi sentite insicure fate come ho fatto io all'inizio: ho sistemato le foglie senza colla per capire come fare e poi... smontate tutto e procedete con la colla.















































Metti la colla, metti le foglie, metti la colla, metti le foglie. Un po' come metti la cera, togli la cera.
Alla fine diventi una macchina da guerra perché hai capito il verso e prima di renderti conto hai finito.







































Ed è a questo punto che arriva lui: il pettirosso.
Con la pazienza di Giobbe ed un paio di forbici ben affilate ritagliate uccellino e bacche.
Io ho posizionato l'uccellino al centro in basso, si può anche mettere di lato, questione di gusti.

Terminate il tutto posizionando qua e là una dose variabile a vostra scelta di bacche.



























Lasciamo asciugare il tutto per 30 minuti poi attacchiamo il nastro dietro la corona con del semplice nastro adesivo o di carta.

Anche per attaccarlo potremo usare del nastro di carta o del washi tape se volete lasciarlo in vista.
In caso per coprire il nastro si usa un fiocchetto che attaccheremo con un con lo scotch di carta o con un piccolo spillo.




























Spero che l'idea vi sia piaciuta, io mi sono divertita un sacco a realizzare questa ghirlanda e se la realizzate mandatemi pure le vostre foto.






























































Buon week end a voi!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails